Steed Gamero.jpg

Steed Gamero

Steed Gamero è nato a Lima (Perú) nel 1988. Vive in Italia dal 1999 e dal 2014 ha anche nazionalità italiana. Poeta, scrittore e fotografo, ha ricevuto numerosi riconoscimenti letterari per i suoi libri di poesia I ragazzi della Casa del Sole (Genova, 2013), uscito nel 2015 anche in edizione bilingue italiano-spagnolo, Maestro del sogno e per il poema non cantato Selva di luce, di cui è co-autore con Roberto Malini. Ricordiamo il Premio Letterario Camaiore Proposta 2013, il Premio Internazionale di Poesia Petreca Dini (San Paolo, Brasile) 2013, il Premio Internazionale “La ragazza di Benin City”, il Premio Manuel Scorza all’Expo di Milano 2015, il Premio Casal Català di Guayaquil 2016, il Premio speciale Antica Pyrgos 2020.

 

La parlamentare europea Viktória Mohácsi l’ha definito «artista dei diritti umani». Attivista umanitario nel Gruppo EveryOne, partecipa all’organizzazione di eventi per il movimento di poesia globale 100 Thousand Poets for Change. È diplomato in sceneggiatura del fumetto, un campo nel quale ha realizzato lavori d’autore molto apprezzati. Ha tenuto mostre di fotografia in Italia e all’estero, riscuotendo importanti consensi e sollevando un dibattito internazionale sui diritti delle minoranze etniche e dei gruppi sociali colpiti da discriminazione. È invitato a leggere le sue poesie nei principali Festival letterari. Le sue raccolte sono state presentate presso diverse sedi istituzionali, fra cui i Consolati Generali del Perù e dell’Ecuador.