Lavinia Dickinson Edizioni

  • Dario Picciau

BaTaClan.Online, un grande reading di poesia civile sul Sole 24Ore

Aggiornamento: 19 ago 2021

Progetto BaTaClan.Online / Installazioni vocali – www.bataclan.online


BaTaClan.online, rompere il silenzio della paura


La poesia cambia insieme ai tempi in cui viviamo, ma il suo progetto è ancora oggi quello di influire positivamente sulla società che ci circonda. La mia poesia, così come le mie azioni di ogni giorno, è spesso dedicata alla pace, ai diritti umani e all’ambiente. Ringrazio il regista, artista e innovatore Dario Picciau per aver realizzato il progetto BaTaClan.Online (www.bataclan.online), che porta la voce della poesia di pace a un pubblico enorme. Ringrazio Il Sole 24Ore e Nòva 24 di averci creduto dedicando spazio e risorse all’iniziativa. Ringrazio le più belle voci del cinema, della tv e del teatro italiani, che hanno interpretato i miei versi non solo con virtuosismo e calore, ma con una partecipazione che mi ha commosso. Con i loro colori, le loro profondità, la loro pietas hanno creato vere e proprie installazioni vocali che mettono a nudo l’orrore del terrorismo e della violenza contrapponendogli la forza della pace. Ringrazio la Commissione europea, che sostiene questo progetto incentrato su una poesia che è veicolo di pace, uguaglianza e rispetto dei diritti fondamentali.


Roberto Malini

___

“Questo progetto trasporta nella modernità la relazione antica, potente e indivisibile fra la poesia e la voce umana”.


Marco Mete, Attore


“Ho partecipato con passione al progetto etico di Dario Picciau. Promuovere attraverso questa vera poesia i valori dell’impegno civile e della pace è una delle grandi responsabilità dell’arte”.


Dario Penne, Attore


“Bataclan.Online promuove la fiducia reciproca, la comunicazione interreligiosa, la cultura della solidarietà e dell’amicizia fra popoli. È stato un onore partecipare”.


Melina Martello, Attrice


“È necessario aprire le porte, parlarsi, conoscersi reciprocamente, condividere esperienze e culture, ideali di pace e progetti per un futuro libero dal terrore. Questo per me è ciò che rappresenta Bataclan.Online”


Ada Maria Serra Zanetti, Attrice

___


Bataclan.Online – dal Sole 24 Ore / Nòva 24 del 21 gennaio 2018


Di Dario Picciau


Lo scrittore e poeta Roberto Malini si dedica da molti anni alla difesa dei diritti umani. Lo fa attraverso la sua arte, la poesia, ma anche sul campo, spesso al fianco di istituzioni come le Nazioni Unite o il Parlamento europeo, scongiurando drammi umanitari e promuovendo la vita, la libertà e la pace, valori che troppo spesso si danno per scontati ma che rappresentano le fondamenta della nostra civiltà e del nostro futuro. Sono proprio le parole e l’impegno di Malini il motore e la fonte di ispirazione da cui nasce il progetto «BaTaClan.Online», nato intorno a una delle sue raccolte di versi più intense e premiate: «Ba Ta Clan», titolo che richiama il nome del locale parigino al centro degli attacchi terroristici del 13 novembre 2015. Un progetto che parla delle paure che affliggono l’umanità del nostro tempo, ma anche della sua aspirazione alla pace, che impedisce alla barbarie di sospingerci definitivamente in un’oscurità disperata. Il sito www.bataclan.online – che presentiamo in anteprima su questo numero di Nòva24 e che è in rete da oggi – ospita una performance digitale che unisce il valore universale della poesia all’arte del recitare. Un “reading civile” che raduna per la prima volta, in nome della pace, contro il terrorismo e in memoria delle vittime, le grandi voci italiane del cinema e del teatro. Per recitare le poesie di Malini si sono infatti ritrovati celebri doppiatori, decisi a esprimersi al di sopra dell’eco della paura, che hanno interpretato i brani della raccolta «Ba Ta Clan», i cui audio sono ora disponibili online. L’elenco include le “voci italiane” di attori che hanno fatto la storia del cinema. Si tratta di Alberto Angrisano (doppiatore, tra gli altri, dell’attore Idris Elba), Bruno Alessandro (John Lithgow), Pasquale Anselmo (Nicolas Cage), Gianni Bersanetti (David Duchovny), Pietro Biondi (Harvey Keitel), Aurora Cancian (Glenn Close), Claudia Catani (Angelina Jolie), Emiliano Coltorti (Jared Leto), Mario Cordova (Richard Gere), Domitilla D’Amico (Emma Stone), Roberto Draghetti (Jamie Foxx), Roberta Greganti (Julianne Moore), Michele Kalamera (Clint Eastwood), Gino La Monica (Robert Redford), Perla Liberatori (Scarlett Johansson), Valentina Mari (Natalie Portman), Melina Martello (Diane Keaton), Marco Mete (Robin Williams), Roberto Pedicini (Jim Carrey), Dario Penne (Anthony Hopkins), Ada Maria Serra Zanetti (Sigourney Weaver). «Sono entusiasta di come le voci italiane più virtuose abbiano interpretato le mie poesie, usando i loro colori, le loro profondità, la loro pietas per creare installazioni vocali che mettono a nudo l’orrore della violenza, contrapponendogli la forza della pace», ha commentato Roberto Malini. Nel susseguirsi delle straordinarie interpretazioni non è l’ombra della paura, ma la fiaccola della speranza a guidare l’ascoltatore, collegando i momenti poetici in un itinerario che riconduce alla civiltà. Così terrore e indifferenza, stati d’animo apparentemente agli antipodi, ma in realtà complementari, si mostrano vulnerabili al coraggio, alla solidarietà e alla fiducia di tanti esseri umani. Virtù che, tutte insieme, costituiscono il rimedio più efficace contro il parassita della paura che scava nelle nostre anime, erode la nostra volontà e deposita le sue uova nella sostanza del nostro ottimismo. La poesia inizia proprio lì, dove finisce la rassegnazione. È quel raggio di luce che filtra attraverso il buio più fitto, quella voce intima che ci scuote da una lunga apatia, quella piccola verità che si dibatteva dentro di noi, ma ancora ci sfuggiva… Buon ascolto.