top of page

Lavinia Dickinson Edizioni

  • Immagine del redattoreRoberto Malini

“La bellezza rimane”, ecco i Primi Premi: Laura Vargiu

La giuria del Premio Internazionale di Poesia “La bellezza rimane” è lieta e orgogliosa di comunicare che Laura Vargiu ha ricevuto il Primo Premio, assegnato per la bellezza intesa come valore civile. Tuttavia, i versi di Laura posseggono anche un’impronta classica che i giurati hanno rilevato e apprezzato molto. La lirica riconosciuta si intitola “La nostra libertà” ed è pubblicata qui di seguito. Laura Vargiu riceverà il certificato su pergamena durante la cerimonia di premiazione del 25 agosto prossimo, presso Villa Durazzo, a Santa Margherita Ligure, nell’àmbito del prestigioso e importante Festival Nazionale di Bioetica. All’autrice sarà donato inoltre il dipinto di un’artista nota e apprezzata in Liguria: Graziella Scarsi, Francesca dall’Acqua, Ilaria Di Meo, Clara Quaresima o Elda Gavelli. “La nostra Libertà” è una poesia di profonda riflessione, nei cui versi ricorda le sofferenze che hanno sempre provocato odio e discriminazione. Attraverso l’immagine evocativa del cardine rimasto a dare memoria dell’antico ghetto di Casale Monferrato, l’autrice dipinge un quadro straordinario in cui quell’esiguo simbolo di confinamento e prigionia diventa il filo conduttore per esplorare il concetto più ampio di libertà.

L’uso sapiente di immagini e metafore trasmette al lettore il doloroso ricordo che aleggia ancora sul sito dove si trovava il ghetto, trasportandolo attraverso il tempo sulla linea di confine tra il buio e la luce, richiamando la fragilità e la precarietà dell’esistenza umana.

Il linguaggio poetico si fonde con la memoria e l’esperienza, offrendo un invito all’umanità di oggi affinché sia custode dei valori su cui si fonda la libertà e non smetta di illuminare il cammino della civiltà verso il futuro. Futuro in cui non potrà esistere bellezza se non vi sarà per tutti l’opportunità di vivere senza oppressione e ingiustizie.

Laura Vargiu è nata a Iglesias, centro urbano del sud della Sardegna, nel 1976. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Cagliari, è presente con poesie e racconti in numerose raccolte antologiche nazionali. Vincitrice del Premio Letterario “La Mole” di Torino nel 2013 e autrice di alcune pubblicazioni di poesia e prosa, tra cui “Il cane Comunista e altri racconti” (L’ArgoLibro Editore, 2012) e “Non fa rumore il pianto d’un bambino” (Edizioni Migr-Azioni, 2020), fa parte della redazione della rivista online di poesia e critica letteraria “Nuova Euterpe” e della giuria di diversi concorsi letterari.


Ecco la poesia premiata:


La nostra Libertà


Al vecchio ghetto di Casale Monferrato (1723 - 1848)

che, col cardine sopravvissuto alle sue porte,

ci ricorda la bellezza della Libertà



Resta solo un cardine a ricordare

l’amara, sottile linea di confine

tra il giorno e la notte


Soltanto un’arrugginita ferita

sul muro trafitto della memoria

là dove si chiudevano le porte


Un’enclave oscura della Storia

che custode essa stessa s’è fatta

della luce che l’ha inondata


Perché troppo spesso non si vede

la straordinaria bellezza di vivere

senza sbarre né catene


È un monito quel cardine

a non dimenticare mai, si sa

quanto infine meravigliosa sia


la nostra Libertà.


Laura Vargiu


Dipinto digitale di R. Malini





Commentaires


bottom of page