Lavinia Dickinson Edizioni

  • Redazione

Tre poesie di Antonella Rizzo da «A quelli che non sanno che esiste il vortice»

Aggiornamento: 19 ago 2021



La poesia di Antonella Rizzo è fatta di quella terra fervida e promettente che ci si china a raccogliere nel pugno e a baciare - anche se è aspra - dopo una navigazione pericolosa ed estenuante. Terra che ha il potere di generare vita dalla materia e persino dalla morte, di germogliare e fiorire - irrorata dal pianto del cielo - quando tutto sembra inaridito o bruciato. Sono versi fertili, costruiti con parole vive e acqua e amore e sacrificio e tempo. E le donne, facce e anime impresse sulle pareti del cuore della poetessa, si trasmettono reciprocamente esperienze, tradizioni e memorie, rigenerandosi l'una nell'altra attraverso il canto.


https://www.youtube.com/watch?v=V482yKC_vqg